Recensione Wix.com: come creare un sito gratis

3 marzo 2015

wix-dashboardQuesto tema l’ho già affrontato in passato, ma voglio ritornarci per un paio di importanti novità (e soprattutto perchè è uno degli argomenti in assoluto più richiesti online riguardo la realizzazione di siti web).

Infatti al giorno d’oggi creare un sito web è davvero facile. Ed esistono addirittura software (o, meglio, “piattaforme online”) per crearli senza spendere un euro e senza avere nessuna conoscenza informatica.

Ho già detto in passato che questa è una soluzione semplice, veloce ed economica, per chi vuole avere una vetrina online (mentre per progetti più complessi è più conveniente rivolgersi a professionisti esperti del settore). Infatti la soluzione di cui vi sto per parlare è a disposizione di tutti: chiunque infatti può utilizzarla per farsi da solo il proprio sito web.

La piattaforma che consiglio di provare è Wix.com: nata nel 2006 a Tel Aviv è da tempo una delle migliori piattaforme esistenti per creare vetrine online carine e facili da realizzare. Wix stessa sul proprio sito consiglia di utilizzare la piattaforma a “Piccoli Imprenditori, Designer, Musicisti, Fotografi, Artisti, Ristoratori, Negozi Online”, ecc. (potete anche dare uno sguardo al portfolio di alcuni dei siti realizzati con Wix).

In assoluto la prima cosa da dire è un piattaforma gratuita. Esistono poi dei pacchetti aggiuntivi che consentono, con una spesa ridotta, di aggiungere funzionalità non incluse nella versione gratuita iniziale (come l’ecommerce). Quindi provarla non costa nulla, e se poi vi piace sapete quanto dovreste eventualmente spenderci per aggiungere funzionalità (l’aggiunta di funzionalità è totalmente facoltativa, quindi potete anche non aggiungerne alcuna ed utilizzare solo la versione base gratuita).

Oltre alla facilità d’uso l’altra caratteristica interessante di Wix è la possibilità di usare delle grafiche già fatte, molto carine, molto numerose, ed aggiornate con una certa frequenza. Molte di queste inoltre sono gratuite, e già ottimizzate anche per i dispositivi mobile.

Le due novità di cui voglio parlare in questo post riguardano la prima il web in generale, e la seconda nello specifico Wix.com.

La prima novità è il proliferare di nuovi siti web. Infatti fino a poco tempo fa in Italia erano decisamente poche le aziende che avevano un sito web (ben fatto). Questo faceva sì che online non ci fosse molta concorrenza… Invece da un po’ di tempo a questa parte la situazione si è praticamente ribaltata: i siti web sono sempre di più e, soprattutto, sono sempre di più i siti fatti bene. Ovvero la concorrenza è aumentata esponenzialmente, e non accenna a diminuire.
Quindi al giorno d’oggi essere presenti online con un sito “normale”, banale, anonimo facilmente significa essere letteralmente ignorati dagli utenti web (o, meglio, “scavalcati” dai concorrenti). Pertanto al giorno d’oggi per ottenere risultati con un proprio sito web bisogna farne uno che non sia banale, o anonimo!
Ora il problema è: quanto costa farsi fare un sito web non banale? Ebbene per chi ha poco budget la soluzione è quella di utilizzare queste piattaforme che offrono la possibilità di creare siti web carini senza spendere nulla, e completamente da soli. Grazie ai numerosi template disponibili infatti non è difficile creare un sito web con una sua “personalità” (date uno sguardo a http://it.wix.com/sample/website per capire di cosa sto parlando: sono tutti siti realizzati dagli utentei con Wix).

La seconda novità invece riguarda proprio la piattaforma che vi sto consigliando (che in Italia è in assoluto una delle migliori per creare vetrine online non banali): infatti dal 23 febbraio di quest’anno Wix ha lanciato la nuova piattaforma di gestione dei siti (la “dashboard”) che ricorda un pochino quella di WordPress (il software più utilizzato al mondo per creare siti web). Quindi in altre parole gestire un sito su Wix è diventato ancora più semplice.

Capirete come, alla luce di queste due novità, non abbia più senso avere un sito web “banale” e rischiare quindi di farsi scavalcare dalla concorrenza. Certo, nonostante sia facile e gratuito, creare da zero un sito web con una piattaforma simile richiede un po’ di tempo e d lavoro (ed un bel po’ di impegno, se si vogliono ottenere buoni risultati), ma l’alternativa è quella di far fare quel lavoro a qualcunaltro (dovendo quindi necessariamente investirci un po’ di euro).

Quindi per chi ha esigenze complesse rimane sempre la necessità di appoggiarsi ad esperti del setttore. Per chi invece non ha esigenze particolari questa alternativa va presa in considerazione, perchè a parità di risultati ottenibili potrebbe essere una soluzione molto, molto più economica.

 

Commenti