Categorie
Facebook

Bufale su Facebook: come riconoscerle

facebook newsNon so se lo sapete, ma oramai moltissime persone leggono le notizie su Facebook. Non sto parlando del fatto che ognuno di noi quando apre Facebook spesso ci trova delle notizie, ma del fatto che ci sono sempre più persone  che utilizzano questa come principale fonte di informazione. Ovvero guardano pochi telegiornali, leggono pochi giornali, cercano poco le notizie sui siti di informazione, e si limitano a leggere quelle che gli appaiono su Facebook. Ebbene questo è un grosso problema, soprattutto a causa delle bufale!

Cosa sono le cosiddette “bufale”? Semplice: sono notizie false spacciate per vere. Ebbene purtroppo Facebook è pieno di bufale, semplicemente perchè nessuno controlla ciò che viene pubblicato. Ovvero, in altri termini, chiunque può pubblicare liberamente notizie false su Facebook, e queste spesso, se create bene, finiscono per ottenere un grande successo (e quindi una larga diffusione). Quindi le persone che si informano primariamente tramite Facebook sono facili vittime delle numerosissime bufale che vi si trovano.

Ma come riconoscerle?

Il problema è ampiamente noto anche a Facebook stessa, che ha deciso di correre ai rimedi: presto sarà disponibile un pulsante aggiuntivo per segnalare le notizie false. Infatti Facebook mira a diventare la più grande “edicola” del mondo, proprio per sfruttare il fatto a cui accennavo prima (le persone che si informano primariamente su Facebook). Se le persone ci trovassero soprattutto notizie false (come avviene ora) “l’edicola” di Facebook perderebbe credibilità, e sul lungo periodo cesserebbe di essere un servizio di valore. A breve pertanto verrà aggiunta su Facebook la possibilità di “segnalare” una notizia come falsa, in modo che possa essere verificata ed eventualmente rimossa, o contrassegnata come “possibile bufala”.

Infatti molto spesso le notizie bufala sono abbastanza semplici da riconoscere per chi è abituato a leggerle con uno sguardo critico. Quindi non dovrebbe essere difficile per una persona bene informata riconoscerle, e segnalarle. Purtroppo però sono molte di più le persone che non hanno un atteggiamento critico nei confronti di ciò che leggono online, e quindi finiscono per credere a qualsiasi cosa, anche se palesemente falsa. L’obiettivo di Facebook è quello di dare la possibilità ai lettori più informati di segnalare le bufale in modo da poterle a sua volta segnalare alle persone meno informate (o, addirittura, nasconderle).

Per chi invece non volesse attendere il rilascio di questa nuova funzionalità (previsto nelle prossime settimane – oggi è il 14 giugno 2016) segnalo alcuni siti che consentono di verificare se una notizia sia o meno una bufala. Si chiamano “antibufala”:

Comunque FATE ATTENZIONE, perchè di bufale ne girano tantissime, ed a volte sono così ben congeniate che sono davvero difficili da distinguere dalle notizie vere per le persone non bene informate sull’argomento. Il mio consiglio è: non credete mai a nulla che leggete sul web a meno che non lo troviate confermato da diverse fonti di informazioni autorevoli. E fate attenzione a quei siti che si spacciano per autorevoli senza esserlo!

Commenti