Cancellarsi da Facebook è una buona idea?

24 aprile 2018

delete facebookDopo lo scandalo di Cambridge Analytica il CEO di Facebook Mark Zuckerbergha ha dovuto dare spiegazioni al Congresso degli Stati Uniti d’America mentre l’Unione Europea valuta l’idea di ascoltarlo nella sede di Strasburgo. In ogni caso moltissimi utenti hanno deciso di abbandonare il social network messi in allarme per l’utilizzo non autorizzato dei loro dati che volontariamente o no hanno ceduto e condiviso su Facebook.
Che si condivida tale scelta o meno la vera domanda è: ha senso farlo?

Secondo me non esiste una risposta univoca. Infatti per chi dovesse aver avuto problemi con Facebook (ad esempio per quanto riguarda la protezione dei dati personali) avrebbe perfettamente senso eliminare il proprio account. In questo caso basta seguire alcuni semplici passaggi e il problema è risolto. Tuttavia chi vi assicura che, una volta eliminato l’account, Facebook proceda veramente alla cancellazione di tutti i dati, foto e video dai propri server? C’è invece da scommettere che non tutti i dati verrebbero completamente eliminati (cosa che sembrerebbe essere confermata dalla stessa Facebook…).

Quindi anche eliminando il proprio account il rischio che Facebook rimanga in possesso dei propri dati c’è.

Inoltre chi invece volesse semplicemente smettere di utilizzarlo potrebbe semplicemente… non usarlo più. Ovvero disattivare il proprio profilo, in modo che non sia più raggiungibile da nessun altro utente sulla piattaforma, disinstallare l’App e non collegarsi più a facebook.com. Così facendo se non altro avreste la possibilità di recuperare il vostro account in qualsiasi momento.

Ricordatevi infatti che a Facebook non interessa quanti profili registrati ci siano nei loro database, ma quanti siano quelli effettivamente attivi: pertanto non usare Facebook è una forma di protesta decisamente più efficace che rimuovere il proprio profilo.

Pertanto probabilmente ha senso cancellarsi da Facebook solo se si vuole impedire alla piattaforma di conservare nei loro archivi tutti i dati che gli avete fornito, consapevolmente o inconsapevolmente, nel corso del tempo, sapendo che però in realtà probabilmente non tutti verranno eliminati (buona parte però, probabilmente, sì).

Se invece lo si vuole fare per protesta forse sarebbe meglio non eliminare l’account, ma renderlo “invisibile” (ovvero impostando livelli massimi di privacy) e smettere di usare la piattaforma: in questo modo se un giorno si volesse terminare la protesta, si potrebbe riiniziare da dove si era smesso.

Un’ultima cosa: molti usano Facebook senza sapere bene cosa sia (e come si possa utilizzare al meglio). In tal caso vi consiglio di dare uno sguardo a questo mio video in cui spiego a cosa serve realmente questa straordinaria piattaforma…

Commenti