Abbiamo sbufalato il Corriere della Sera!

Solitamente uno dei modi migliori per distinguere le notizie false da quelle vere è verificare la fonte: infatti alcune fonti sono mediamente credibili, e quindi difficilmente pubblicano bufale. Ma a volte anche loro si sbagliano! Ieri ho visto su Facebook un articolo del Corriere della Sera. Questo: www.corriere.it/scienze/cards/i-mostri-mare-ecco-pesci-che-mettono-paura-vederli/alligatore-gigante_principale.shtml. Visto che mi pareva una cosa interessante quando ho…

Continua...

Pubblicazione di comunicati stampa

Se stai cercando qualcuno che pubblichi i tuoi comunicati stampa, ma non trovi nessuno, non ti preoccupare: questa è la norma! Infatti non è per nulla semplice trovare qualcuno disposto a pubblicare i vostri comunicati stampa. L’unica soluzione possibile se non ti pubblicano il tuo comunicato stampa è quella di… acquistarla! Infatti esistono alcune piattaforme online…

Continua...

Non ha vinto Trump: ha perso Hillary!

Fermi tutti: Trump non ha sfondato! Non ha fatto “boom”, non ha stravinto, non ha stracciato la concorrenza… Ed ora vi dimostrerò perchè. Donald Trump ha preso circa 60 milioni di voti, più o meno il 47% dei voti validi. Meno di Hillary Clinton (che ne ha presi 60 e mezzo): ha vinto perchè il…

Continua...

La pubblicità crea disinformazione

Il ragionamento che sto per farvi è complesso, e richiede una certa conoscenza di come funzioni l’informazione online. Quindi se qualcuno dovesse avere dei dubbi, o volesse chiedere delucidazioni, non esiti a scrivermi, tanto io rispondo sempre a tutti! Altra premessa: questo ragionamento si riferisce solo ai siti di informazione online. Ok, ora possiamo iniziare……

Continua...

Oramai siamo arrivati alla “peggiocrazia”!

Oggi voglio raccontarvi due “storie dell’orrore”, che dimostrano chiaramente quali danni possa fare l’assenza della meritocrazia. A proposito, sapete cosa si intende per “meritocrazia“? La Treccani dice che “è una concezione in base alla quale le responsabilità dovrebbero essere affidate ai più meritevoli”. In poche parole viene premiato chi fa le cose per bene (e, magari, punito…

Continua...

Facebook decide di premiare i giornali di qualità!

Avete presente Joseph Pulitzer? Fece un sacco di soldi con quella che oggi definiamo “informazione spazzatura”, ed alla sua morte lasciò la sua immensa fortuna alla Columbia University che decise di utilizzarne una parte per l’ormai famosissimo Premio Pulitzer. Cosa c’entra Pulitzer con Facebook? Ebbene anche Facebook fa un sacco di soldi con la “spazzatura” ed ora ha…

Continua...

Esempi di Native Advertising

Sono sicuro che avete già sentito parlare di “native advertising” (o pubblicità native). Ho già avuto modo dispiegare cos’è, e perchè conviene farla, ma non avevo ancora citato degli esempi concreti (che servono per capire al volo di cosa si tratta). Negli USA, tra l’altro, nel 2016 la native raggiungerà la pubblicità tradizionale, e nel 2017 prenderà il sopravvento. L’esempio più…

Continua...

Si può fare informazione online senza banner pubblicitari?

La risposta alla domanda del titolo di questo articolo è: SI’! Non ci credete? Allora date uno sguardo a BuzzFeed, o a Augusta Taurinorum. Ma come si fa a fare informazione online senza banner pubblicitari? Innanzitutto chiariamo che, ovviamente, il problema non tocca i lettori dei siti di informazione (anzi: i lettori non possono che apprezzare),…

Continua...

Native Advertising: cos’è?

Una parola che leggerete sempre più spesso è “native“. Infatti, come ci ricorda anche Riccardo Scandellari, alcuni studi prevedono che entro quattro anni il Native Advertising diverrà la forma pubblicitaria più diffusa in Europa online! Ma cos’è il Native Advertising (in italiano “Pubblicità Native”)? Wikipedia dà la seguente definizione: “una forma di advertising online che assume l’aspetto dei contenuti del sito…

Continua...