Categorie
News

Ecco come si sfruttano le modifiche di Google

Qualche giorno fa vi ho raccontato di come siti web, anche ben indicizzati, possono subire modifiche nel tempo su Google. Infatti, a dispetto di quanto comunemente non si creda, Google aggiorna spesso non solo gli indici, ma anche le sue tecniche di indicizzazione.

Eppure questo problema può diventare invece un’opportunità: quando Google cambia qualcosa basta adeguarsi più in fretta degli altri per ottenere un vantaggio competitivo non indifferente. E’ quello che è successo recentemente a questo mio stesso sito web. Come potete vedere nel grafico in alto a sinistra nell’ultima settimana senza alcuno sforzo particolare le visite su questo sito sono aumentate in modo significativo. Perchè?

Questo sito, così come lo vedete adesso, è online da settembre 2011. E da allora non ho apportato alcuna modifica sostanziale: mi sono semplicemente limitato a limare alcune cosette, ed a continuare a postare. Ma avevo già intuito in quale direzione stava andando il processo di aggiornamento degli algoritmi di Google, tanto che “mi ero già messo avanti”. Ovvero: avevo già allineato la mia strategia di produzione e pubblicazione degli articoli in modo che fosse pronta per le successive modifiche all’algoritmo di Google, intuendo che la “freschezza” e l’originalità sarebbero state le caratteristiche meglio apprezzate dal motore di Mountain View.

Ed ecco allora che la scorsa settimana, quando Google ha aggiornato l’algoritmo e gli indici, senza far nulla di particolare questo sito ha incrementato le proprie visite. Semplicemente perchè era già ottimizzato per queste nuove modifiche di Google (che avevo intuito correttamente). Chi invece è rimasto indietro probabilmente avrà registrato un calo delle visite.

Morale della favola? Stay tuned…


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.

Commenti