Facebook cambia (di nuovo) per privilegiare gli amici

30 Giugno 2016

newsfeed facebook

Il NewsFeed di Facebook

Come credo oramai sappiate tutti, quando aprite Facebook in home page non vedete tutti i post di tutti i vostri amici, o delle pagine di cui siete follower. Quella che vedete è solo una selezione effettuata da Facebook stessa secondo un preciso algoritmo.

Inevitabilmente questa selezione finisce per avvantaggiare alcuni tipi di post rispetto ad altri. Facebook ha annunciato di avere modificato l’algoritmo che opera questa selezione per avvantaggiare ancora di più i post dei parenti e degli amici più stretti, rispetto ad esempio a quelli delle pagine.

Attenzione però, perchè con “amici più stretti” in realtà si intende solo gli “amici” di Facebook con i quali si interagisce di più (insomma, non c’entra nulla con i propri amici reali, anche se spesso sono proprio gli amici veri quelli con cui si interagisce di più anche su Facebook).

Pertanto d’ora in poi quando aprite la home page di Facebook (il cosiddetto NewsFeed) è molto probabile che per primi vediate soprattutto i post dei vostri parenti, o delle persone con cui interagite più spesso sulla piattaforma. Mentre invece quelli delle eventuali pagine di cui siete follower, potrebbero anche semplicemente non apparire affatto.

I motivi per cui Facebook ha operato questa modifica paiono essere soprattutto 2:

  1. visto che è uno strumento oramai molto utilizzato anche e soprattutto per comunicare con la propria cerchia ristretta di amici principali, e parenti, in questo modo sarà difficile perdersi un post di una persona a cui si tiene (ovviamente stiamo sempre parlando solo di rapporti “deboli” su un social network);
  2. le aziende che gestiscono delle pagine, anche se hanno molti follower, dovranno investire sempre di più in pubblicità se vogliono che i propri post vengano effettivamente visti (questo è il business model di Facebook).

Quindi per chi utilizza Facebook solo per scopi personali questa modifica non comporta grossi cambiamenti, ma un sicuro miglioramento della “user experience” (esperienza di utilizzo dello strumento). Mentre invece per chi la utilizza per scopi commerciali le cose cambiano, nuovamente: sarà sempre più importante investire budget in promozione, e, soprattutto, spenderlo bene!

Commenti