Categorie
Segnalazioni

Lettore ebook: quale scegliere

e-reader-1213209_1920Visto che sempre più persone leggono libri in formato elettronico (i cosiddetti ebook) abbiamo pensato di fare una piccola ricerca sui migliori lettori di ebook (detti anche “e-reader”).

Per scegliere un lettore di ebook vi consigliamo di tenere presente le seguenti considerazioni.

Per prima cosa fate attenzione al display (in fondo è la cosa principale di un e-reader). Tutti gli ebook reader presentano display a e-ink, cioè a “inchiostro digitale”, così da non avere retroilluminazione e non affaticare la vista. Sono quindi diversi da un tablet, che invece alla lunga affatica la vista perchè emette luce. Le caratteristiche principali del display di un lettore di ebook sono:

  • Risoluzione/densità – affinché si abbiano dei testi definiti e comparabili, in termini qualitativi, a quelli dei libri stampati, gli ebook reader devono avere dei display con un alto numero di PPI (cioè di punti per pollice). Maggiore è il numero dei PPI e maggiore è il livello di definizione dei contenuti su schermo.
  • Touch-screen – se le differenze in termini di densità/risoluzione possono “ingannare” gli utenti meno esperti, è decisamente più facile distinguere gli ebook reader che hanno un touch-screen da quelli che ne sono sprovvisti. Ma a cosa serve un touch-screen nell’ambito degli ebook reader? Ad esempio a sfogliare le pagine, evidenziare i testi o selezionare i contenuti su schermo, ma l’elenco potrebbe andare avanti a lungo. Ormai tutti i principali modelli di ebook reader sono touch, e funzionano piuttosto bene, ma ci sono anche degli utenti che preferiscono farne a meno per evitare interazioni involontarie con il display. Sta a te scegliere da che parte stare (anche se personalmente ti consiglio i dispositivi con touch-screen).

Ma come si può leggere un ebook al buio se il display del reader non ha retroilluminazione? Ebbene, gli ebook reader di fascia media hanno un sistema di illuminazione dello schermo che permette di leggere anche al buio. Non è un sistema a retroilluminazione, come quello usato su smartphone e tablet, ma un’illuminazione diretta del display (per giunta regolabile) che non affatica la vista. Gli ebook reader di fascia alta dispongono anche di un sensore di luminosità in grado di regolare automaticamente il livello di luminosità dello schermo in base alla luce dell’ambiente circostante.

La maggior parte degli ebook reader si può collegare a Internet in Wi-Fi (non tutti i reader però ce l’hanno). Ciò permette di scaricare libri senza passare per il computer, controllare le definizioni dei termini sulle enciclopedie online e condividere contenuti sui social network. Alcuni modelli “premium” supportano anche la connessione in 3G, ma si tratta di una funzione tutt’altro che fondamentale. Per risparmiare volendo si può anche acquistare un ebook reader economico senza connessione Internet ma per utilizzarlo poi sarà necessario scaricare i libri sul PC e trasferirli “manualmente” sul device.

Quando si acquista un ebook reader di fatto si sceglie anche un sistema di servizi e applicazioni ad esso associati. Tali “ecosistemi” sono composti dai negozi digitali che utilizziamo per acquistare i libri sugli ebook reader (es. Amazon per i Kindle o Mondadori Store per i Kobo), le applicazioni che ci permettono di sincronizzare i nostri ebook su smartphone e tablet e altri servizi più o meno utili tesi a semplificare la nostra vita. Ma ovviamente non sono tutte rose e fiori. Anche se estremamente comodi, questi “ecosistemi” sono quasi sempre chiusi. Questo significa che, per esempio, se si acquista un libro su Kindle Store bisogna leggerlo per forza su un dispositivo Kindle o su una app ufficiale di Kindle.

I libri digitali possono essere in vari formati: PDF, ePub, AZW, Mobi ecc. La maggior parte degli ebook reader è in grado di leggerli tutti senza problemi, ma ci sono delle “eccezioni eccellenti”. I Kindle di Amazon, ad esempio, non consentono l’apertura dei file ePub. Per ovviare al problema bisogna scaricare un software di conversione degli ebook (es. Calibre) sul PC e convertire i file ePub in formati “digeriti” dal Kindle (es. AZW o Mobi).

I libri elettronici non occupano molto spazio (ovvero non sono “pesanti” in termini di MB), ma prima di acquistare un ebook reader è comunque opportuno verificare la capacità di archiviazione del dispositivo. Anche perché molti di questi device non offrono la possibilità di espandere la memoria tramite schede SD esterne.

Invece una caratteristica comune praticamente a tutti gli e-reader è quella della durata della batteria. Display e-ink consuma davvero poco, un po’ di più se c’è ha la luce sul display, ma la durata si misura sempre in settimane.

Fate attenzione alla possibilità di di trasferire un eBook da un dispositivo all’altro perchè, ad esempio, se avete bisogno di trasferire i libri che acquistati da un dispositivo vecchio a uno nuovo non sempre è possibile farlo direttamente. Se il vostro lettore non lo consente correte il rischio di perdere tutti i propri acquisti nel caso in cui smetta di funzionare, o lo si venda, o lo si disattivi.

Un consiglio generico invece è quello di leggere le recensioni del lettore online prima di sceglierlo.

Ma quali sono i lettori di ebook più acquistati? Suddividiamoli in 3 fasce di prezzo:

  1. top di gamma, sopra i 150 euro
  2. fascia media, tra i 100 ed i 150 euro
  3. economici, sotto i 100 euro

Gli e-reader “top di gamma” cono ovviamente i più costosi e prestanti, adatti ad un pubblico di lettori voraci. Sono prodotti indicati per chi utilizza gli e-reader diverse ore a settimana ed è alla ricerca della massima esperienza di lettura su inchiostro elettronico che si possa attualmente sperimentare. Ecco i principali:

Ovviamente in commercio esistono anche dei lettori alternativi di ascia media in grado di offrire una lettura digitale soddisfacente senza arrivare a toccare le cifre dei dispositivi sopra elencati.

Per chi invece cerca un dispositivo a buon mercato con cui testare l’esperienza di lettura digitale, o per i lettori occasionali che non necessitano di un device eccessivamente performante ecco i nostri consigli:


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.