Pagina Facebook: come gestirla

12 Luglio 2016

strumenti per le pagine facebookChi usa Facebook per lavoro di sicuro avrà una pagina, oltre al profilo (ricordo che il profilo deve essere del tipo “nome e cognome”, e lo devono usare solo i privati). Ma come si gestisce al meglio una pagina Facebook?

Iniziamo subito a dire che in genere oramai per far funzionare bene una pagina Facebook un po’ di budget in pubblicità conviene investirlo. Infatti se da un lato non è possibile fare pubblicità su un profilo Facebook (ma solo su una pagina), dall’altro Facebook stessa privilegia sempre più i contenuti pubblicati dai profili. Ma, come ricordavo prima, il profilo è consentito solo ai privati, e deve necessariamente essere intestato con il vero nome e cognome della singola persona che lo registra.

Ultimamente è stata messa a punto un’intera sezione del sito, chiamata “Facebook for Business“, che aiuta le aziende a districarsi tra i vari servizi professionali offerti. Vi consiglio di dargli comunque un’occhiata.

Il primo strumento che vi voglio segnalare, potente e poco conosciuto, per chi vuole usare Facebook per fare business è il cosiddetto “Power Editor”. E’ un’interfaccia molto più accurata e potente per gestire le campagna pubblicitarie. Per ora è compatibile solo con Chrome (il browser della concorrenza…), ma mi ci gioco la faccia che prima o poi lo faranno anche per Firefox.
Non è per nulla uno strumento facile da usare, ma è estremamente potente. In particolare vi consiglio di studiarlo bene, e di usarlo insieme agli Insights sul Pubblico. Su YouTube trovate decine e decine di videotutorial per capire come funziona nel dettaglio.

Esiste anche un’App ufficiale per gestire le inserzioni da smartphone, ma secondo me non è granchè (ci ho cristonato diverse volte dietro perchè ha giusto due funzioni in croce…).

Uno strumento invece utilissimo, potentissimo, ed assolutamente gratuito sono gli Insights per le pagine. Sono di fatto le statistiche della pagina (anche perchè non è possibile usare Google Analytics), e sono il cuore di ogni strategia su Facebook. Vi consiglio di studiare molto, molto bene come funzionano perchè se non sapete usare questo strumento tutto il resto potrebbe essere assolutamente inutile. Anche in questo caso su YouTube trovate decine e decine di videotutorial che vi possono insegnare ad usarli al meglio.

Purtroppo la cosa difficile degli Insights non è tanto imparare ad utilizzare lo strumento, ma imparare ad interpretare correttamente i dati. Temo di dovervi avvisare che solo con un’adeguata esperienza in merito si possano comprendere per davvero i dati che si leggono sugli Insights.

Ma ci sono anche altri strumenti esterni a Facebook che possono tornare molto utili.

Woobox, che consente di aggiungere funzionalità alla pagina Facebook. Online c’è un’ottima guida, abbastanza completa, alle funzionalità di questo servizio.

Canva, che è uno strumento spettacolare. Serve per creare immagini (ed ho già avuto modo di recensirlo) ed è semplicemente fantastico. Se non lo avete mai usato non sapete cosa vi siete persi!

Talkwalker, che consente di monitorare cosa viene detto online riguardo un brand, o un tema specifico. C’entra con le pagine Facebook perchè raramente chi ha una pagina Facebook non ha anche altri profili su altri social. Questo è uno strumento che consente di monitorare cosa succede sui social network riguardo argomenti precisi. E’ comunque uno strumento da veri e propri professionisti del settore.

Hootsuite, che è un altro strumento molto potente e con diverse funzionalità. Anche in questo caso vi consiglio di studiarvelo bene, magari con i soliti videotutorial di YouTube, perchè secondo me è uno strumento indispensabile per chi fa social media marketing. Io ad esempio trovo molto interessante la funzione che permette di programmare la pubblicazione dei propri post, ma anche di monitorare le statistiche della tua pagina Facebook, e degli altri profili social, in un unico strumento.

Se invece volete solo programmare i post vi consiglio Buffer (io però preferisco Hootsuite).

Infine cito uno strumento italiano, Postpickr. E’ uno strumento un po’ più complesso, utile a chi deve gestire un vero e proprio piano editoriale sui social. Anche in questo caso si trovano molti videotutorial sul loro canale YouTube ufficiale, ma ne consiglio la visione solo a chi “fa davvero sul serio” con i profili social. Insomma non è adatto per il classico “faidatè” delle piccole aziende (a meno che non vogliano farlo alla grande).

Mi sono limitato a suggerire gli strumenti più importanti, perchè per ciò che riguarda le pagine Facebook gli Insights e le inserzioni richiedono a mio parere la precedenza. Oramai infatti senza investire su una pagina Facebook è difficilissimo ottenere grandi risultati, e solo misurando con cura ed attenzione il ritorno degli investimenti gli investimenti sono giustificati (a proposito, leggete anche il mio articolo per HTML.it su come si calcola il ROI delle campagne Facebook). Quindi se tralasciate questi due argomenti tutto il resto potrebbe anche risultare totalmente inutile. Partite da qui, e poi semmai approfondite altri singoli argomenti di vostro interesse (o necessità).

Poi, ovviamente, come al solito sono sempre disponibile a rispondere alle vostre domande via email: scrivetemi, che tanto io rispondo sempre a tutti!

Commenti