Categorie
Google Webmarketing

Posizionare su Google si può ancora!

Chi segue l’evolversi del web sa che mese dopo mese diventa sempre più difficile posizionare qualcosa su Google.
Infatti da un lato aumenta la concorrenza (ovvero gli altri siti che vogliono posizionarsi), e dall’altro gli algoritmi di Google cambiano in continuazione (2 cambiamenti importanti negli ultimi 12 mesi)!

Questo oramai ha fatto sì che il faidate per quanto riguarda il posizionamento oramai sia diventato quasi completamente inefficace (a meno di non diventare degli esperti).

Tuttavia non è affatto facile trovare dei veri esperti SEO (SEO significa Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca, e spesso viene usato come sinonimo di “posizionamento”). Ci sono molti sedicenti “SEO expert” (o SEO specialist) che lo sono solo di nome, ma non di fatto…

In genere un vero SEO specialist è una persona che sta già ottenendo risultati in questo campo, e lo può dimostrare. Perchè al giorno d’oggi un sito in WordPress lo può fare chiunque, e quindi non c’è motivo per un vero SEO specialist di non averne uno (ben posizionato).

Perchè vi racconto queste cose? Perchè ieri abbiamo pubblicato sul sito di Alessio Pomaro un articolo intitolato “Vendere online: non fare e-commerce (se non sei capace)!“: in meno di 24 ore si è già posizionato in seconda pagina su Google per la query “vendere online” (una query generica ad altissima concorrenza…). Un risultato del genere, ottenuto in meno di 24 ore, di questi tempi è qualcosa di semplicemente eccezionale.

Come ci siamo riusciti? “Semplice”: io ho scritto un articolo facendo molta attenzione alla qualità del testo, pregno di significato (quindi poco fumo e molto arrosto), e Alessio ha fatto la magia. Sì, perchè oramai spesso per questo genere di risultati si può parlare di “magia”!

Morale della favola: se lavorate con un vero SEO specialist i risultati potete (ancora) ottenerli. E magari non è poi nemmeno così tanto difficile (anche se in questo caso partivamo avvantaggiati dall’aver utilizzato il sito di Alessio, che è molto “SEO-friendly”). Altrimenti… sono c***i amari (e scusate il francesismo).

 

Commenti