Categorie
Facebook Twitter Webmarketing

E se Twitter abbattesse Facebook?

Ok, è sabato mattina e lo scazzo regna sovrano… (ed è il vero motivo per cui scrivo questo post)!

Ma ragioniamo un momento per assurdo: Facebook oramai è fondamentalmente uno strumento per cazzeggiare online, e per spendere un po’ di soldi in pubblicità. Sì, poi viene anche tutto il resto ma… poi.

La limitazione dell’EdgeRank (che filtra in home page i post degli amici e delle pagine di cui siamo likers), ed il fatto che Facebook stia sempre di più premendo affinchè chi lo voglia utilizzare per fare promozione e pubblicità debba in qualche modo forzatamente investire cifre in denaro “non minuscole”, fanno sì che Facebook sia oramai qualcosa di completamente diverso a quello del 2004 (quando è nato), o anche solo del 2010.
Oramai è una piattaforma per molti versi “business” (lato Facebook), ma ancora molto povera di contenuti di valore (lato utenti). 

Siamo davvero sicuro che il business ed il cazzeggio possano andare così tanto d’accordo?

Twitter invece è diverso. Non ci sono filtri, è tutto pubblico (o quasi), ed è molto ben strutturato (molto meglio di Facebook). Gli hashtag, i trend, la pagina “scopri”… Sia chiaro: il cazzeggio c’è, ma lo si può facilmente escludere scegliendosi gli hashtag giusti! Inoltre fino ad ora non pare che Twitter abbia ancora ostacolato o osteggiato chi lo voglia utilizzare senza investire nulla.

Pertanto mettete insieme le due cose e ragionateci un attimo su: non è che Twitter sia già, allo stato attuale dei fatti, molto meglio di Facebook per fare ad esempio webmarketing senza avere grossi budget? Se sì, quanto durerà ancora il predominio di Facebook? (Ricordatevi che, dato il valore di Facebook in borsa, se perde il predominio il titolo crolla…)

PS: se qualcuno ha dati o informazioni che smentiscono queste ipotesi si faccia avanti ora… o taccia per sempre! 🙂

Commenti