Categorie
Internet

Stop a Flash sui telefonini

Ancora una volta Steve Jobs aveva ragione. Era stato il primo infatti ad opporsi all’utilizzo di Flash (il popolarissimo plugin per browser di Adobe, ex Macromedia) sui dispositivi mobili, per problemi di sicurezza e di prestazioni. Ed ora persino Adobe stessa avrebbe deciso di abbandonare Flash sui dispositivi mobili.

Infatti nell’ultima versione del linguaggio HTML (la 5), utilizzato per la realizzazione dei siti web, sono state introdotte nuove funzionalità che rendono l’utilizzo di Flash non necessario. Tuttavia mentre HTML5 non richiede alla macchina su cui gira (sia essa un computer, uno smartphone o un tablet) l’utilizzo di grandi risorse, Flash invece ne consuma parecchie, e questo può essere un problema per le macchine meno potenti, come gli smartphone. Inoltre consuma più energia e quindi la batteria si scarica più velocemente.

Se a ciò aggiungiamo qualche dubbio sulla questione sicurezza sull’utilizzo di Flash su macchine ancora “giovani” come i tablet e gli smartphone, otteniamo un quadro davvero sfavorevole per il plugin di Adobe. Steve Jobs, come al solito, l’aveva capito prima degli altri, ed aveva deciso di non montare Flash su iPad e iPhone., preferendo HTML5.

Commenti