Categorie
News

Un russo cracca Chrome, e Google tappa subito i buchi

Da quando sul mercato dei browser è sbarcato Google Chrome le cose sono totalmente cambiate.

La differenza più evidente è l’incredibile velocità con cui vengono rilasciati gli aggiornamenti o le nuove versioni dei browser. Basti pensare che Microsoft Internet Explorer (ovvero il browser più “anziano” tra quelli in circolazione) è giunto fino ad oggi soltanto alla nona versione (in beta), mentre Chrome (che è l’ultimo arrivato) è invece già alla 17 (e gira già anche la versione di test della 19).

Quello che è successo nel week-end dimostra molto bene quanta innovazione stia portando Chrome. Ha infatti avuto luogo Pwnium, una sfida organizzata dalla CanSecWest per scovare nuovi bug in Chrome. Uno studente russo, Sergey Glazunov, è riuscito a bypassare la sandbox di Chrome sfruttando due vulnerabilità prima di allora sconosciute e riuscendo a eseguire codice arbitrario sul computer vittima.

Cosa ha fatto Google? Ha tappato i buchi a tempo di record, ed ha già rilasciato la versione aggiornata di Chrome (chi usa Chrome non deve fare nulla, perchè si aggiorna da sè).

Non mi dite che utilizzate ancora Explorer…

Update: anche il browser Microsoft capitola sotto i colpi degli esperti Vupen…

Update 2: Caduto anche Firefox…

Commenti