Categorie
News

Ha ancora senso investire nell’editoria?

Innanzitutto una premessa: quando si parla genericamente di “editoria” ci si riferisce sia ai libri che ai giornali. Ecco, dei libri non voglio parlarne, perchè non è il mio settore. Voglio concentrarmi solo sui giornali (ovvero l’editoria giornalistica).

Detto questo la domanda del titolo rimane valida: ha ancora senso al giorno d’oggi investire nell’editoria giornalistica? SI’, la risposta è indubbiamente sì. Ma, ovviamente, a questo punto molti di voi si staranno domandando: “sì, ma come”?

Infatti da un lato la perdita di fatturato dei giornali cartacei (un po’ tutti) non accenna a diminuire, e dall’altro il giornali online non sembrano ancora aver trovato un modo per guadagnare bene. In realtà questa seconda affermazione non è del tutto vera: è vero invece che i giornali tradizionali che sono presenti anche online non hanno ancora trovato un modo per guadagnare bene online. Anzi, in Italia è così, mentre ad esempio negli USA c’è addirittura chi smentisce persino quest’ultima affermazione: da quando Jeff Bezos (quello di Amazon) ha rilevato il Washington Post molte cose stanno cambiando anche in una testata così storica, tanto che si parla di vera e propria rinascita!

Ma se al posto delle testate tradizionali spostiamo l’attenzione su testate nuove, digitali al 100%, nate proprio apposta per il mercato online, le cose cambiano. Ad esempio conoscete Citynews? Ho avuto modo di studiarne il modello di business, e posso dire che funziona!

Non voglio scendere troppo nel dettaglio per non ammorbarvi di inutili tecnicismi, ma vi posso dire che è nata nel 2010 a Roma, ha chiuso il 2015 con più di 6 MILIONI di euro di fatturato, un EBITDA di oltre 600mila euro (più del 10% del fatturato), e addirittura un utile finale di quasi 7mila euro (a causa di imposte anticipate, altrimenti avrebbe chiuso con oltre 150mila euro di utile). Come ha fatto?

Ecco, il problema è che è impossibile spiegarvelo in parole povere, o comunque con concetti semplici. Il modello di business è complesso. Per prosperare nell’era del’informazione digitale i vecchi e semplici business model non sono più adeguati. Per adeguarsi al nuovo, complesso mercato digitale bisogna essere in grado non solo di sopportare, ma addirittura di sfruttare questa complessità. E non ci si può concentrare solo sul mercato: è proprio la struttura stessa dell’azienda a doversi adeguare, tanto alla fine da risultare molto diversa dalle classiche società editrici che siamo abituati a conoscere (tipo RCS, il gruppo L’Espresso, Caltagirone Editore, ecc.).

Quindi alla prima domanda (“ha ancora senso investire nell’editoria giornalistica?”) posso rispondere chiaramente di sì, ma alla seconda (“come si fa a guadagnare con l’editoria giornalistica online?”) posso rispondere solo proponendovi di analizzare il vostro modello di business per poter capire se è compatibile con i nuovi mercati digitali, oppure no. Insomma, non ce n’è uno “buono per tutti”: è la stessa struttura aziendale a fare la differenza, e questa solitamente non si può cambiare (o, meglio, non si può stravolgere). Il problema è che, probabilmente, andrebbe completamente stravolta per potervi consentire di prosperare anche sui nuovi mercati digitali.

Quindi sono le nuove società editrici, quelle digitali al 100%, ad avere le maggiori probabilità di prosperare in futuro in questo settore, mentre temo che per le vecchie strutture aziendali non ci sia più nulla da fare (o quasi). Certo, potrei sbagliarmi, ma il caso Citynews secondo me racconta un’altra storia… E, anzi, sono addirittura convinto che si possa fare persino meglio di Citynews se si lavora in modo ancora più “moderno” (ricordatevi che Citynews è nata nel “lontano” 2010, che su Internet non dico fosse un’altra epoca, ma quasi)!

Pertanto:

  • Ha ancora senso investire nell’editoria? SI’
  • Perchè? Perchè c’è chi ce la sta già facendo!
  • E come si fa? Se hai già una società editrice potresti non essere in grado di stravolgere l’azienda per adeguarla ai nuovi mercati digitali.
  • Quindi le nuove società editrici sono favorite? Probabilmente sì, se hanno un business model efficace.
  • Qual è un business model efficace? Uno digitale al 100%.
  • Come si elabora un business model digitale al 100%? Facendosi aiutare da esperti di digitale.
  • Tu ne conosci qualcuno? Beh, sì… 😉

Commenti