Categorie
News

Apple non è più eccellenza?

iphone6-blendVorrei fare una riflessione seria, e quanto più obiettiva possibile, su quello che sta succedendo ad Apple.

Il “caso” del nuovo iPhone che “si piega” in realtà probabilmente presto scemerà (dopo che Apple ha deciso di rimborsare gli iPhone 6 piegati per cause naturali pare siano arrivate solo 9 richieste…). Ma la storia non credo possa finire qui.

In questi giorni infatti ci sono stati ben 3 “casi” legati ad Apple:

  1. il nuovo aggiornamento del sistema operativo (iOS 8) che ha delle falle di sicurezza
  2. l’iPhone 6 che “si piega”
  3. l’aggiornamento dell’aggiornamento (iOS 8.0.1) ritirato perchè blocca alcune funzionalità dei dispositivi su cui viene installato…

Insomma: troppo per essere un caso. Cosa sta veramente succedendo?

Di sicuro di mezzo potrebbe esserci lo zampino di qualche concorrente che sta cercando di screditare Apple (la stessa cosa, sia chiaro, l’ha fatta Apple in passato in confronto di alcuni suoi concorrenti… insomma, nulla di strano), ma qui secondo me c’è dell’altro!

Infatti da un’azienda come Apple, che negli ultimi 20 anni è stata eccellenza pura, non si può accettare un comportamento simile senza domandarsi “ma è ancora eccellenza”? Ecco, il punto chiave secondo me è l’eccellenza.

Infatti essere eccellenza è difficile. Molto difficile. Non significa solo cercare di fare del proprio meglio, o fare tutto il possibile per ottenere il massimo: per essere davvero eccellenza bisogna sfiorare la perfezione, non semplicemente cercare di arrivarci. In questo caso “cercare” non basta: bisogna “arrivare”, senza se e senza ma.

Ebbene: Apple ci era arrivata! L’iPhone del 2007 sfiorava la perfezione (così come l’iPad del 2010). Ed è sicuramente stato così fino a che Steve Jobs era in vita. Come se Steve riuscisse ad infondere con la sua eccellenza tutta l’azienda (non senza problemi, tuttavia…).

Ora la domanda è: Apple è ancora un’azienda “infusa” di eccellenza? E’ ancora un’azienda in grado di sfiorare la perfezione?

No, credo proprio che la risposta sia no. Come dicevo prima essere eccellenza non significa “provarci”, ma “riuscirci”: Apple ci sta sicuramente ancora provando, ma probabilmente non ci riesce più. I 3 casi citati prima impediscono di considerare questi nuovi prodotti Apple (iPhone 6 e iOS 8) come prodotti che sfiorano la perfezione. Insomma, iPhone 6 e iOS 8 sono ottimi prodotti, ma non eccellenza (basti pensare alla differenza oramai minima con i prodotti di alcuni concorrenti).

Lo so: come diceva Einstein è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio, ed il pregiudizio che Apple sia eccellenza, e ci rimanga in eterno, è molto difficile da spezzare. E non è nemmeno detto che l’attuale situazione di “difficoltà” (a rimanere eccellenza) di Apple duri per sempre: magari tra qualche mese tutto torna ad essere come prima, ed Apple ci stupirà con nuovi prodotti di eccellenza assoluta. Ma la verità è semplicemente che non credo che accadrà. Quando si perde lo status di eccellenza c’è sempre un motivo, una causa, ed è solo rimuovendo questa causa che si può tornare ad esserlo. E se, per quanto riguarda Apple, questa causa fosse la morte di Jobs… forse avremmo perso per sempre una delle aziende di pura eccellenza di questo mondo (in cambio di un’ottima azienda, ma non eccellente).

 

Commenti