Divulgo, quindi sono

19 maggio 2018

René Descartes, meglio conosciuto come Cartesio, diceva: “Cogito ergo sum“, ovvero “penso, dunque sono”. Parafrasando questo concetto io potrei dire: “Divulgo, quindi sono“!

Ognuno di noi infatti è qualcosa. C’è chi è una rockstar, chi un professore universitario, chi un VIP… chi una persona comune. Ebbene, io, Marco Cavicchioli, sono un divulgatore.

Ma non lo sono sempre stato. Certo, da sempre ho avuto una vera e propria passione per la divulgazione, ma solo come fruitore (ovvero come spettatore o lettore). Tuttavia a partire dal 2013 ho iniziato a pubblicare video di divulgazione sul mio canale YouTube e, nel 2014, questo è diventato il primo canale in assoluto a fare divulgazione in Italia riguardo bitcoin e criptovalute.

Nel 2017 addirittura sono diventato divulgatore professionista, ovvero oramai lo faccio come lavoro. Attualmente infatti la mia professione è questa: divulgare.

Lo ammetto: era da un po’ di tempo che coltivavo questo sogno, ma non posso nascondere che in realtà lo ritenevo poco realizzabile. Pensateci bene: quanti divulgatori professionisti conoscete di persona? E quante probabilità ci sono che, realisticamente, una persona riesca a fare della divulgazione la propria professione?

Il destino invece, evidentemente, la pensava in altro modo. Ci ho dovuto “mettere del mio” (e non poco), ma alla fine l’opportunità concreta di diventare un divulgatore professionista è arrivata, e l’ho colta.

Ma tutto ciò non sarebbe mai stato possibile senza di VOI. Sì, siete voi che mi seguite sul mio canale YouTube, o su ilBitcoin.news, che avete reso possibile tutto ciò! Per fare divulgazione infatti è assolutamente necessario avere un pubblico, e questo pubblico nel mio caso è formato da chi vuole capire bene cosa siano le criptovalute, come funzionano, come si possono utilizzare o addirittura sfruttare. Insomma: voi!

Pertanto colgo l’occasione per ringraziavi tutti, senza nessuna eccezione. Se oggi posso dire “divulgo, quindi sono” lo devo solo a voi che mi seguite. E spero che, se continuerò a farlo, anche voi continuerete a seguirmi. Questo settore infatti ha appena iniziato a muovere i primi passi: le criptovalute secondo me sono come un bambino che ha finito le elementari, è passato alle scuole medie, e sta diventando adolescente. Di strada da fare, insomma, ne ha ancora molta. Molta!
A noi tocca il compito di accompagnarlo per la sua strada, in modo che cresca nel miglior modo possibile. E, magari, crescere anche noi insieme a lui…

La strada da fare sarà lunga, tortuosa, piena di ostacoli, con continue salite e discese, a volte con la nebbia che ti impedisce di vedere dove stai andando, a volte con il sole che ti illumina d’immenso. Rideremo, piangeremo, esulteremo, ci dispereremo… ma lo faremo insieme. Ed in fondo è questo che conta.

Grazie ragazzi. E ancora grazie!

PS: mi scuso per la scelta dell’immagine di copertina di questo post, ma ne volevo una ad effetto, e non sono riuscito a trovarne nessun’altra (oltretutto come grafico sono una “chiavica”, quindi non avrei nemmeno saputo produrne una). Piero ed Alberto Angela mi sono sembrate le persone in assoluto più rappresentative per il concetto di “divulgo, quindo sono”, ed è per questo che ho scelto proprio questa immagine.

Commenti