Categorie
Stampa/Informazione

Non ha vinto Trump: ha perso Hillary!

Trump ClintonFermi tutti: Trump non ha sfondato! Non ha fatto “boom”, non ha stravinto, non ha stracciato la concorrenza… Ed ora vi dimostrerò perchè.

Donald Trump ha preso circa 60 milioni di voti, più o meno il 47% dei voti validi. Meno di Hillary Clinton (che ne ha presi 60 e mezzo): ha vinto perchè il sistema americano non premia chi prende più voti, ma chi conquista più “grandi elettori“. Analizziamo le performance degli altri candidati repubblicani negli ultimi 30 anni.

Il precedente candidato del suo partito (il repubblicano Mitt Romney) prese più voti di Trump (61 milioni, 47%), ma perse perchè Obama ne prese molti di più. Il precedente, John McCain, prese sempre circa 60 milioni di voti (46%), e perse contro Obama perchè Obama ne prese molti di più. Quindi la performance di Trump è stata pressochè identica ai sui due predecessori repubblicani che avevano perso le due precedenti elezioni.

Continuando a ritroso, il repubblicano George W. Bush nel 2004 prese più voti di Trump, 62 milioni (51%) e vinse, mentre nel 2000 vinse con il 48%. Anche George H. Bush (il padre) vinse con il 53%, e Reagan addirittura vinse prima con il 51% e poi con il 59%.

Quindi Trump in percentuale ha preso meno voti di tutti i candidati repubblicani vincenti negli ultimi 40 anni, e sempre in percentuale ha preso più o meno gli stessi voti degli ultimi due candidati repubblicani perdenti. Insomma, è a mala pena riuscito a racimolare i voti dei quelli che solitamente votavano repubblicano!
Non si può certo dire che sia stata una performance “eccezionale”. Anzi…

Ma allora perchè ha vinto nonostante una performance mediocre? Semplice: perchè Hillary ha fatto schifo…

Hillary Clinton ha preso 60 milioni e mezzo di voti, pari a un po’ meno del 48%. Ma il suo predecessore democratico, Barak Obama, ha vinto prima con 69 milioni di voti, e il 53%, e poi con 66 milioni di voti ed il 51%. E i due precedessori che persero contro Bush presero comunque entrambi più del 48%. Anche il marito Bill Clinton la seconda volta fu eletto con il 49% (mentre in effetti la prima gli bastò il 43%, ma perchè c’era un terzo candidato forte, Ross Perot, che prese quasi il 20%).

Quindi Trump in realtà ha preso pochi voti, ma Hillary Clinton ne ha presi pochissimi: in percentuale Hillary è la candidata democratica che ha preso meno voti negli ultimi 20 anni!

Pertanto non c’è stato il boom di Donald Trump, ma lo “sboom” di Hillary Clinton. A questo punto viene davvero da domandarsi se i democratici non avrebbero in realtà potuto vincere se avessero candidato qualcunaltro…

Donald, ringrazia Hillary per aver vinto, perchè è merito (o demerito) suo!

Fonte dati: en.wikipedia.org/wiki/United_States_presidential_election#Electoral_college_results


Iscriviti al mio canale Telegram per ricevere le notifiche dei futuri post su questo blog: t.me/marcocavicchioliufficiale.

Commenti