Il liberismo produce ricchezza ma non disuguaglianza

8 Giugno 2019

Forse non tutti sanno che esiste una classifica dei paesi più liberisti al mondo.

Scaricando questi dati, elaborati dalla Heritage Foundation, è possibile confrontarli con altri dati.

Ad esempio possiamo confrontarli con i dati del PIL pro-capite a parità di potere di acquisto (PPA) del Fondo Monetario Internazionale (FMI) per cercare di capire se vi sia una correlazione tra liberismo e ricchezza.

Ma volendo possiamo anche confrontarli con i dati relativi al coefficiente di Gini della Banca Mondiale, ovvero quel coefficiente che misura il grado di disuguaglianza con cui è distribuita la ricchezza, paese per paese.

Ecco, io ho fatto questi confronti per voi, e li ho messi in un file di Excel che se volete potere scaricare ed esaminare.
Il risultato sono i seguenti due grafici.

Nel primo grafico ho messo in correlazione, paese per paese, il grado di libertà economica con il Pil a parità di potere di acquisto:

liberismo e ricchezza

Come potete notare la correlazione pare proprio esserci: i paesi più liberisti sono anche quelli che producono più ricchezza.
Anzi, non c’è nessun paese non liberista tra quelli che producono più ricchezza, e tutti tranne uno di quelli più poveri hanno un indice di libertà economica basso.

Nel secondo grafico invece ho messo in correlazione, paese per paese, il grado di libertà economica con l’indice di Gini (più questo alto, più è elevata la disuguaglianza):

liberismo e diseguaglianza

Come potete notare non c’è alcuna correlazione, anche se a dire il vero i paesi con una maggiore disuguaglianza non sono quelli più liberisti.

Pertanto da questi due grafici possiamo supporre che il liberismo produce ricchezza, ma non disuguaglianza.

Ovviamente è solo una supposizione, perchè due grafici non sono nemmeno lontanamente sufficienti a dimostrare qualsiasi cosa, tuttavia questa supposizione non è una mia invenzione: è da tempo che diverse persone sostengono che il liberismo sia effettivamente in grado di aiutare a generare più ricchezza, mentre non mi risulta invece che sia mai stata dimostrata alcuna correlazione tra il liberismo e la disuguaglianza nella distribuzione della ricchezza.

Pertanto questa mia supposizione potrebbe essere più di una semplice supposizione tratta da due grafici.

A questo punto la domanda sorge spontanea: ma se il liberismo produce più ricchezza, senza produrre più disuguaglianza (e senza produrre nemmeno più inquinamento), perchè non elevare il grado di libertà economica in TUTTI i paesi del mondo?

Commenti